L’abbraccio di Carpi a tutti i volontari della Croce Rossa / Notizia

Lunedì 4 maggio 2015 - Gazzetta di Modena

Un grande abbraccio da parte della città ai tantissimi volontari della Croce Rossa. Questo il tributo che i carpigiani hanno reso ieri riversandosi in centro storico durante la festa della Cri, curata dal comitato locale. Gli oltre 430 volontari tra Carpi, Campogalliano e Novi, capitanati dal presidente Massimo Re, hanno sfilato da piazza Garibaldi fino in piazza Martiri, indossando magliette raffiguranti le lettere dei sette principi della Croce Rossa: unità, umanità, neutralità, indipendenza, volontarietà, imparzialità, universalità.

Durante la mattinata, poi, sono stati presentati ai cittadini due nuovi strumenti e mezzi utili per le tante attività di soccorso, ossia un camion avanzato del valore di circa 150mila euro e un defibrillatore utilizzabile su pazienti pediatrici che verrà posizionato nel Castello dei Ragazzi.

La cerimonia, condotta dal presidente Re, ha visto la partecipazione del sindaco Alberto Bellelli, del presidente della Fondazione Crc Giuseppe Schena, di Roberto Carra, presidente della Fondazione intitolata a Vittorino Carra, di don Ivo Silingardi, il quale ha avuto un passato da cappellano militare della Croce Rossa a Modena. Ma il colpo d’occhio in piazza Martiri ieri era offerto soprattutto dalle centinaia di volontari che, disposti intorno ai mezzi, hanno formato una coreografia imponente che ha coinvolto quasi tutto il plateatico.

«Il nuovo mezzo, camion adibito a importanti servizi di protezione civile, è reso possibile grazie al contributo di Fondazione Crc, Fondazione Carra e Croce Rossa – ha commentato il presidente Massimo Re – Inoltre, la città dispone di un nuovo defibrillatore grazie alla generosità di Valy Righi, la quale si è rivolta a noi quando suo figlio, Federico Lugli, era in dialisi. Federico purtroppo non ce l’ha fatta ma Valy Righi ha voluto donare un defibrillatore in memoria del figlio, che noi oggi consegniamo al sindaco e arricchisce la dotazione di strumenti a disposizione della città. Ricordo il grande valore dei defibrillatori: anche pochi giorni fa a Novi una persona si è sentita male. I nostri volontari sono accorsi subito prendendo il defibrillatore dal Municipio e, anche se quella persona non c’è più, desidero lodare ugualmente lo sforzo fatto dai volontari che hanno pensato subito all’utilizzo di questo mezzo che a volte può salvare la vita. E proprio a Novi, tra gli obiettivi futuri, c’è la creazione di una nuova delegazione di Croce Rossa, un gruppo autonomo che gestisca la postazione con un mezzo di primo soccorso. L’obiettivo è raggiungibile dal momento che oggi ci sono 22 volontari soltanto lì. In generale, poi, registriamo grande entusiasmo verso le nostre attività. Basti pensare che soltanto a Carpi ci sono 66 nuovi volontari ad arricchire la schiera degli “storici”».

Durante la cerimonia sono stati premiati anche Andrea Baldini, Francesca Cremonini, Donatella Grozzo, Elisabetta Veronesi del gruppo clown. Da segnalare anche le dimostrazioni di ippoterapia (con i cavalli) che si sono svolte ieri pomeriggio e la mostra del gruppo fotografico Cri alla sala Ex Poste del Cortile d’onore, visitabile fino a domenica dalle 10 alle 13, dalle 16 alle 19, giovedì, sabato e domenica.